rosado

26 aprile 2008

LIBERTA' DI INFORMAZIONE

L'altro giorno interrogavo mio figlio che sta studiando la Democrazia e il Governo Italiano, così rileggendo alcune cose, mi è venuto in mente come nei film americani spesso si vedono i bambini conoscere a memoria l'elenco dei loro predsidenti e quasi tutti parte della loro costituzione.
Da noi spesso non si ricordano nemmeno chi sia il Presidente attualmente in carica... Mi sa che tutti faremmo meglio a tenerci appesa in casa una copia della nostra costituzione e a dargli un'occhiata dopo ogni notizia che sentiamo in TV o leggiamo sui giornali.. giusto per verificare ed anche tenerci allenati, in fondo siamo o non siamo IL POPOLO SOVRANO?

Avete capito che oggi il mio post fa un'incursione nell'attualità che probabilmente è meno ludica e gioiosa degli Hobby e delle altre amenità di cui disolito scrivo, ma sento che è dovuta.

Ho cercato in tutte le TV notizie sul V2 Day di Grillo e non ne ho trovate, così ho deciso DEMOCRATICAMENTE di darne in parte io. In modo particolare ho trovato molto interessante l'intervento di Marco Travaglio a Torino e qui di seguito riporto le varie parti che però forse, visto la mia musichetta di sottofondo vi conviene aprire direttamente su YOUTUBE (dai titoli):

PRIMA PARTE:



SECONDA PARTE



TERZA E ULTIMA PARTE



Ovviamente tutto è opinabile perciò c'è chi, tra voi che seguite il mio blog, sarà daccordo con Travaglio come chi non lo sarà, ma indipendentemente da questo, ritengo che sia giusto sentire sempre TUTTE le campane e dato che questa nei notiziari non è stata "suonata", ho deciso, qui, di farla suonare.
affettuosamente

4 commenti:

Carla ha detto...

Brava Stefania!
concordo pienamente con te;-)

babilonia61 ha detto...

Indubbiamente, in America la storia si studia diversamente da noi, né meglio né peggio. Ciò che manca in Italia, a mio avviso, è la coscienza storica, il nostro essere ignoranti dei fatti e misfatti accaduti sia nella nostra patria, ma anche in Europa in generale, il non sapere nulla di ieri o di ieri l'altro. La storia viene affrontata - con le dovute eccezioni - superficialmente, mnemonicamente, senza analizzarla, affrontarla, sbirciarla con curiosità.
Tutto ciò si riversa nel nostro carattere, nel non saper andare oltre l'informazione, nel non essere curiosi e guardare più in là.
Certo, vi sono notizie manipolate, preparate a tavolino per essere date in pasto alla gente, ma, dopotutto, rispetto a cento anni fa, abbiamo più libertà di stampa, pochi sono i libri proibiti, per fortuna.

Rino, rileggendo.

babilonia61 ha detto...

P.s.: scusami, mi sono permesso riportare un tuo bel commento a un mio post in prima pagina.
Un saluto.
Rino.

StefaniaB ha detto...

Grazie dell'onore Rino, non c'è nulla di cui scusarsi!
Concordo con te riguardo all'importanza della conoscena critica. Ritengo che coltivare e mantenere vivo uno spirito di ricerca durante tutta la nostra vita sia essenziale.